informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 regolamento u.e. 2016/679) raccolti dal comune di genova, ufficio pubblici eser


Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 Regolamento
U.E. 2016/679) raccolti dal Comune di Genova, Ufficio Pubblici
Esercizi, per la pratica di SCIA per trasferimento dell’attività di
somministrazione in Zona 2
Titolare del trattamento dei dati personali è il COMUNE DI GENOVA,
legale rappresentante il Sindaco pro-tempore, con sede in Via
GARIBALDI n.9, Genova 16124, e-mail: [email protected]; PEC:
[email protected]
L’Ufficio del Responsabile della Protezione dei dati personali per il
Comune di Genova (DPO) è ubicato in Via Garibaldi n.9, Genova 16124,
e-mail: [email protected], PEC: [email protected]; Telefono:
010-5572665.
L’Ufficio Pubblici Esercizi del Comune di Genova, nell’ambito
dell’attività finalizzata all’istanza di cui all’oggetto, tratterà i
dati personali raccolti con modalità prevalentemente informatiche e
telematiche, alle condizioni stabilite dal Regolamento (UE) 2016/679
(RGPD), in particolare per l’esecuzione dei propri compiti di
interesse pubblico, ivi incluse le finalità di archiviazione, di
ricerca storica e di analisi per scopi statistici.
Nella fattispecie vengono raccolti dati personali come nome, cognome,
indirizzo, codice fiscale, etc per l’istruzione della pratica in
oggetto. I dati saranno trattati esclusivamente per le finalità di cui
sopra dal personale del Comune di Genova e da eventuali collaboratori
esterni, come Società, Associazioni o Istituzioni o altri soggetti
espressamente nominati quali responsabili del trattamento. Al di fuori
di queste ipotesi, i dati non saranno comunicati a terzi né diffusi,
se non nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale o
dell’Unione europea.
Il conferimento dei dati richiesti nei campi contrassegnati da
asterisco (o indicati nel modulo quali obbligatori) è indispensabile e
il loro mancato inserimento non consente di completare l’istruttoria
necessaria per quanto richiesto. Per contro, il rilascio dei dati
presenti nei campi non contrassegnati da asterisco (o non indicati nel
modulo quali obbligatori), pur potendo risultare utile per agevolare i
rapporti con il Comune di Genova è facoltativo, e la loro mancata
indicazione non pregiudica il completamento della procedura.
I dati saranno trattati per tutto il tempo necessario alla definizione
di quanto richiesto dall’utente o quanto previsto dalla procedura e
saranno successivamente conservati in conformità alle norme sulla
conservazione della documentazione amministrativa. Alcuni dati
potranno essere pubblicati on line nella sezione Amministrazione
Trasparente in quanto necessario per adempiere agli obblighi di legge
previsti dal D.Lgs. n. 33/2013 e s.m.i. - testo unico in materia di
accesso civico, obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle
informazioni.
Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del
trattamento: accesso ai dati personali, rettifica, cancellazione,
limitazione, opposizione al trattamento e diritto alla portabilità dei
dati. L’apposita istanza al Titolare del trattamento dei dati
personali è presentata tramite il Responsabile della protezione dei
dati presso il Comune di Genova (DPO) i cui contatti sono indicati in
apertura della presente informativa. Gli interessati, ricorrendone i
presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante
quale autorità di controllo secondo le procedure previste ed indicate
sul sito del Garante per la tutela dei dati personali
(www.garanteprivacy.it).
Data _____________________ Firma__________________
IL MODELLO DEBITAMENTE COMPILATO E FIRMATO, CON I RELATIVI ALLEGATI,
DEVE ESSERE FIRMATO DIGITALMENTE ED INOLTRATO IN FORMATO PDF.p7m
ALL’INDIRIZZO DI Posta Elettronica Certificata (P.E.C.):
[email protected]
ANAGRAFICA* (dati obbligatori)
Il/la sottoscritto/a:
Cognome:
....................................................................
Nome: .........................................................
Codice Fiscale: ..................................................
Telefono: .............................. Fax :………..………………
e-mail.......[email protected]
..........................….....……...........................
Data di nascita ....../....../........ Cittadinanza
..................................................... Sesso M F
Luogo di nascita: Stato ................................... Provincia
........ Comune ............................….......
Residenza: Provincia .….......... Comune
.........................................……………............................
Via/Piazza
.......................................................................................
N°….....…..... C.A.P ...............
Permesso Soggiorno n. …………............ rilasciato dalla Questura di
........................
in data ..../....../........ valido sino al ..../....../........
nella sua qualità di:
Titolare dell’ impresa individuale
Legale rappresentante della Società:
Denominazione o ragione sociale
........................................…………....................……….................................................................
..............................................…....................………………..........................................................
Codice Fiscale:
..................................................................................
Partita I.V.A. (se diversa da C.F.):
.....................................................
[email protected]
.......................................................
con sede nel Comune di
.....................................................................
Provincia ........
Via/Piazza ...................................................... N°
...... C.A.P ............... Tel .................
N. d’iscrizione al Registro Imprese ........................... CCIAA
di ................................
PRESENTA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA’ PER IL
TRASFERIMENTO DELL’ATTIVITà DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE
COMPRESE QUELLE ALCOLICHE DI QUALSIASI GRADAZIONE
ZONA DUE
Da: ………………………………....................………………………………………………………………….
(via e numero civico )
A:……………………………………………………………………………………… civico nero ……………………………
Che la nuova sede del pubblico esercizio è ubicato all’interno della
Zona 2 del “Piano Comunale per le attività di somministrazione al
pubblico di alimenti e bevande” modificato con D.C.C.n.14
dell’8.4.2014;
 Che il locale è ubicato in zona 2 – e rientra nell’area ricompresa
tra il perimetro esterno e la superficie individuata con il colore
rosso di cui al provvedimento della Giunta Comunale n. 136/18 e che il
pubblico esercizio rispetta quanto disposto dall’art. 11 del
provvedimento di cui sopra;
Provvedimenti Relativi al Piano Pubblici Esercizi
Del. C.C. n° 17 del 24.02.2009 revisionato con Delibere del C.C.
n.42/2013 – e n. 14/2014
D.C.C. n. 14/2014:
http://www.comune.genova.it/content/deliberazione-dcc201414-modifiche-al-piano-comunale-attivit%C3%A0-somministrazione-bevande
PER VERIFICA SU zona due – zona rossa – Zona ricompresa tra il
perimetro tratteggiato e la zona rossa - CONSULTARE IL GEO-PORTALE:
https://mappe.comune.genova.it/MapStore2/#/viewer/openlayers/37 (link
da copiare ed incollare sulla stringa di ricerca)
Provvedimento intesa regione comune - D.G.C. 136/2018 - D.G.C.
136/2018
http://www.comune.genova.it/sites/default/files/dgc_136_intesa_regione_locali_centro_storico.pdf
che la superficie destinata alla somministrazione mq. …………………….
Superficie destinata a depositi e servizi di mq. ……………………..
In forma  annuale  stagionale dal ………………. al …………….
ATTENZIONE: deve essere presentata pratica :
alla ASL la notifica sanitaria ai sensi dell’art. 6 del regolamento CE
n. 852/2004 utilizzando il portale “ Impresa in un giorno”:
http://www.impresainungiorno.gov.it/
alla Direzione Ambiente – Attività Fisse - la modulistica può essere
scaricata dal seguente sito:
http://www.comune.genova.it/content/modulistica-acustica-ambientale.
DICHIARA
La veridicità dei dati già menzionati e di quelli sotto indicati,
consapevole delle conseguenze amministrative e penali previste dalla
legge (art. 76 D.P.R. N. 445 del 28.12.2000) in caso di false
dichiarazioni o di false attestazioni.
- Che l’orario di apertura al pubblico sarà il seguente nel rispetto
delle disposizioni previste dai provvedimenti in materia di orari:
Lunedì dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore ….….
Martedì dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore ….….
Mercoledì dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore
….….
Giovedì dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore ….….
Venerdì dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore ….….
Sabato dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore ….….
Domenica dalle ore ……... alle ore .……. - dalle ore ….…... alle ore
….….
- Che la chiusura settimanale verrà effettuata ………….………………………………
di essere a conoscenza che:
l’orario, l’eventuale chiusura intermedia e le eventuali chiusure
facoltative settimanali, dovranno essere pubblicizzate al pubblico con
l’esposizione di un cartello, affisso all’ingresso del locale, delle
dimensioni minime di cm.29x20 con caratteri ben visibili.
L’art. 62 della Legge Regionale 1/2007, dispone che l'autorizzazione
di pubblico esercizio, rilasciata ai sensi dell'art. 55 della stessa,
abilita all'installazione e all'uso di apparecchi radiotelevisivi ed
impianti in genere per la diffusione sonora della musica strumentale,
dal vivo e di immagini, previsti dalle normative vigenti e
autorizzabili ai sensi del Regio Decreto 18.6.31 n. 733 (Testo Unico
delle Leggi di Pubblica Sicurezza) in locali che non siano
appositamente allestiti in modo da configurare lo svolgimento di
un'attività di pubblico spettacolo o intrattenimento.
Le autorizzazioni accessorie di cui sopra e i giochi del tipo carte,
flipper, calciobalilla, ping-pong, giochi da tavolo (dama, scacchi,
giochi di società), giochi tramite consolle o computer senza
collegamento internet sono già compresi nell'autorizzazione di
pubblico esercizio.
E’ pertanto necessario:
*
essere in possesso della dichiarazione di inizio attività S.I.A.E.
e, se dovuta, della tassa di concessione governativa per
l'abbonamento alla R.A.I./T.V. ed in regola con la normativa della
Zonizzazione Acustica;
*
esporre la Tabella dei Giochi Proibiti emessa della Questura di
Genova il 16.01.04 (ALL. “D”);
*
rispettare inoltre le seguenti prescrizioni del Sindaco:
a.
divieto di consentire la partecipazione al gioco delle carte ai
minori di anni 18 ed ai minori di anni 14 per gli altri giochi
installati;
b.
esporre nell'esercizio: la tariffa dei prezzi, il regolamento sul
funzionamento dell'apparecchio e la dichiarazione di inizio
attività S.I.A.E.;
c.
il gioco deve svolgersi in modo da non arrecare disturbo alla
quiete pubblica e privata;
d.
gli apparecchi devono essere installati in posizione da non
arrecare intralcio al normale funzionamento dell’esercizio;
La presente S.C.I.A. per la somministrazione di alimenti e bevande non
abilita alla detenzione degli apparecchi di cui all’art. 110 comma 6 e
7 del Regio Decreto 18.6.31 n. 733 (Testo Unico delle Leggi di
Pubblica Sicurezza) -.
Per detenere gli apparecchi di cui sopra ai sensi della Legge
Regionale n. 17/2012 e del Regolamento Sale Giochi D.C.C. N.21/13 è
necessario richiedere:
- autorizzazione per apparecchi comma 6 lettera a)
- S.C.I.A per apparecchi comma 7 e biliardi
- Che i requisiti professionali previsti dall’art.71 – comma 6 - del
Decreto Legislativo 263.2000 n. 59 per l’esercizio dell’attività sono:
 posseduti dal sottoscritto
 posseduti tramite delegato alla somministrazione dal/la Signor/a
………………………………………………………………
(allegare dichiarazione di accettazione del delegato, ALLEGATO “F”)
in quanto :
 ha frequentato con esito positivo il corso professionale per il
commercio del settore alimentare, la preparazione o la
somministrazione al pubblico di alimenti e bevande:
nome dell’istituto ...........................…….....…………..........
sede .........................................................
oggetto del corso
...................................................………........ anno di
conclusione ...........................
 ha esercitato in proprio l’attività di vendita di prodotti
alimentari e/o di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande
e/o di artigiano alimentare - tipo di attività
....................................................................
dal ..................…….. al ........……............. n. iscrizione
Registro Imprese ...................…….. CCIAA di
……..................... n. R.E.A.....................
 ha prestato la propria opera presso imprese esercenti l’attività di
vendita di prodotti alimentari e/o di somministrazione al pubblico di
alimenti e bevande, e/o artigiano alimentare:
nome impresa
.....................................……...........................................................................….........
sede impresa
............................................................................................................…………….........
nome impresa
.....................................……........................................................................................
sede impresa
..............................................................................................…………...........................
quale : dipendente qualificato collaboratore familiare, regolarmente
iscritto all’INPS, dal ...........……….....………….... al
...…………………..............…………
 di essere stato iscritto al REC tenuto dalla Camera di Commercio di
….......................……..........…………. al
n……….…… del .......................................
 per le tabelle merceologiche (solo settore alimentare)
……………...................................................………
……………………………..........................…….................………………….........................…………………
per somministrazione al pubblico di alimenti e bevande
alla sezione speciale del medesimo registro per la gestione di
impresa turistica
salvo cancellazione dal medesimo registro, volontaria o per perdita
dei requisiti.
di essere in possesso del seguente diploma di Istituto secondario o
universitario comprensivo di materie attinenti al commercio, alla
preparazione o alla somministrazione degli alimenti ................
............................................................................…………….………………………………………………........
di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71 del
Decreto Legislativo 26.3.2010 n.59;
1.
Non possono esercitare l'attività commerciale dì vendita e di
somministrazione:
a.
coloro che sono stati dichiarati delinquenti abituali,
professionali o per tendenza, salvo che abbiano ottenuto la
riabilitazione;
b.
coloro che hanno riportato una condanna, con sentenza passata in
giudicato, per delitto non colposo, per il quale e' prevista una
pena detentiva non inferiore nel minimo a tre anni, sempre che sia
stata applicata, in concreto, una pena superiore al minimo
edittale;
c.
coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una
condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui al libro II,
Titolo VIII, capo II del codice penale, ovvero per ricettazione,
riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta,
usura, rapina, delitti contro la persona commessi con violenza,
estorsione;
d.
coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una
condanna per reati contro l'igiene e la sanità pubblica, compresi
i delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice
penale;
e.
coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, due
o più condanne, nel quinquennio precedente all'inizio
dell'esercizio dell'attività, per delitti di frode nella
preparazione e nel commercio degli alimenti previsti da leggi
speciali;
f.
coloro che sono sottoposti a una delle misure di prevenzione di
cui alla legge 27 dicembre 1956, n. 1423, o nei cui confronti sia
stata applicata una delle misure previste dal Dlgs 159/2011,
ovvero a misure di sicurezza non detentive;
2. Non possono esercitare l'attività di somministrazione di alimenti e
bevande coloro che si trovano nelle condizioni di cui al comma 1, o
hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per
reati contro la moralità pubblica e il buon costume, per delitti
commessi in stato di ubriachezza o in stato di intossicazione da
stupefacenti; per reati concernenti la prevenzione dell'alcolismo, le
sostanze stupefacenti o psicotrope, il gioco d'azzardo, le scommesse
clandestine, per infrazioni alle norme sui giochi.
3. Il divieto di esercizio dell'attività, ai sensi del comma 1,
lettere b), e), d), e) e f) permane per la durata di cinque anni a
decorrere dal giorno in cui la pena e' stata scontata. Qualora la pena
si sia estinta in altro modo, il termine di cinque anni decorre dal
giorno del passaggio in giudicato della sentenza, salvo
riabilitazione.
4. Il divieto dì esercizio dell'attività non si applica qualora, con
sentenza passata in giudicato sia stata concessa la sospensione
condizionale della pena sempre che non intervengano circostanze idonee
a incidere sulla revoca della sospensione.
5. In caso di società, associazioni od organismi collettivi i
requisiti di cui al comma 1 devono essere posseduti dal legale
rappresentante, da altra persona preposta all'attività commerciale e
da tutti i soggetti individuati dall'articolo 2, comma 3, del decreto
del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252.
 Che non sussistono nei propri confronti cause di divieto, di
decadenza o di sospensione di cui al Dlgs 159/2011 e successive
modifiche (antimafia).
In caso di società, tutte le persone di cui al D.P.R. 252/98, art. 2,
compilano l’allegato A.
- che nel locale sopra indicato:
Esistono
Non esistono
Impianti termici con potenzialità effettiva del loro focolare
superiore alle 100.000 K.calorie o serbatoi di stoccaggio per
combustibili liquidi o gassosi.
che il locale era precedentemente destinato a ………………………………………….
che per detto locale:
(barrare la casella corrispondente alla voce che interessata)
non sono necessari interventi edilizi
si sono resi necessari interventi edilizi (si allega copia della
documentazione prodotta al competente Settore Edilizia Privata);
di aver presentato  di dover presentare presso la ASL 3 Genovese
notifica sanitaria ai sensi dell’art. 6 del Regolamento CE n. 852/2004
- tramite il portale “ Impresa in un giorno”.
Il sottoscritto dichiara inoltre che, ai sensi della normativa
sull’inquinamento acustico, per la presente istanza (eventuale
modulistica al link
https://smart.comune.genova.it/content/modulistica-acustica-ambientale):
[ ] non necessita di nulla osta [ ] necessita nulla osta [ ] allega
dichiarazione sostitutiva di nulla osta
Il sottoscritto è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità
negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle
sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445.
Firma(*)
(*)allegare copia fotostatica del documento di identità in corso di
validità.
AUTOCERTIFICAZIONE
Il/la sottoscritt …………………………………………………………………………………………
in relazione al locale ubicato in Via
…………………………………………………………………………………………………
consapevole delle responsabilità penali cui può andare incontro in
caso di false dichiarazioni, ai sensi dell’articolo 76 del D.P.R. n.
445/2000
DICHIARA
*
che il locale è conforme ai regolamenti edilizi, alle norme
urbanistiche ed a quelle sulla destinazione d’uso dei locali;
*
che il locale possiede i requisiti di sorvegliabilità previsti
dall’art.4 del D.M. 564/92 modificato con successivo decreto
5.8.1994 n.534;
*
che nel locale viene svolta la sola attività di somministrazione
di alimenti e bevande con esclusione della ristorazione, su una
superficie inferiore ai 250 mq e che pertanto viene garantita
l’accessibilità agli spazi di relazione ai portatori di handicap,
senza che vi sia la necessità che i servizi igienici siano
adeguati alla normativa (L.236/89).
OPPURE
*
che il locale ha una superficie superiore ai 250 mq e/o in esso
viene svolta attività di somministrazione di alimenti e bevande
compresa la ristorazione e che pertanto, oltre all’accessibilità
agli spazi di relazione, deve essere garantito l’adeguamento di
almeno un servizio igienico per le persone portatrici di handicap
(L.236/89).
Il sottoscritto è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità
negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle
sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445
Data ………………………….. Firma
Allegare copia fotostatica del documento di identità in corso di
validità
ALLEGATO “F”
DICHIARAZIONE DEL DELEGATO
Anagrafica* (dati obbligatori)
Cognome Nome
...................................................................
C.F. …………………………………………
Data di nascita ...../......./.......... Cittadinanza
.................................................. Sesso: M F 
Luogo di nascita: Stato .............................. Provincia
.............. Comune: .............................................
Residenza: Provincia ...................... Comune
………..............................................................................
Via, Piazza, ecc.
...............................................................................N.......................C.A.P.
.................
DESIGNATO /DELEGATO da
....................................................................
in data ........................
DICHIARA:
di essere in possesso dei requisiti professionali, ai sensi dall’art.
71 - comma 6 - del Decreto Legislativo
26.3.2010 n. 59 e s.m.i. per l’esercizio dell’attività in quanto:
in quanto:
ha frequentato con esito positivo il corso professionale per il
commercio del settore alimentare, la preparazione o la
somministrazione al pubblico di alimenti e bevande:
nome dell’istituto ...........................…….....…………..........
sede .........................................................
oggetto del corso
...................................................………........ anno di
conclusione ...........................
ha esercitato in proprio l’attività di vendita di prodotti
alimentari e/o di somministrazione al pubblico di alimenti e
bevande e/o di artigiano alimentare - tipo di attività
....................................................................
dal
..................…….. al ........……............. n. iscrizione
Registro Imprese ...................…….. CCIAA di
……..................... n.
R.E.A.....................
ha prestato la propria opera presso imprese esercenti l’attività di
vendita di prodotti alimentari e/o di somministrazione
al pubblico di alimenti e bevande, e/o artigiano alimentare:
nome impresa
.....................................……...........................................................................….........
sede impresa
............................................................................................................…………….........
nome impresa
.....................................……........................................................................................
sede impresa
..............................................................................................…………...........................
quale : dipendente qualificato collaboratore familiare addetto
alla vendita all’amministrazione o alla preparazione degli alimenti socio
lavoratore
regolarmente iscritto all’INPS, dal ...........……….....………….... al
………………..............…………
di essere stato iscritto al REC tenuto dalla Camera di Commercio di
….......................……..........…………. al
n……….…… del .......................................
per le tabelle merceologiche (solo settore alimentare)
………….......….......................................................………
per somministrazione al pubblico di alimenti e bevande
alla sezione speciale del medesimo registro per la gestione di
impresa turistica salvo cancellazione dal medesimo
registro, volontaria o per perdita dei requisiti.
di essere in possesso del seguente diploma di Istituto secondario o
universitario comprensivo di materie attinenti al
commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti
…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
(indicare esattamente il Titolo di Studio e il nome dell’Istituto
Scolastico frequentato e la sede se fuori Genova)
di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71 del
Decreto Legislativo 26.3.2010 n.59 e s.m.i.:
1. Non possono esercitare l'attività commerciale dì vendita e di
somministrazione:
a) coloro che sono stati dichiarati delinquenti abituali,
professionali o per tendenza, salvo che abbiano ottenuto la
riabilitazione;
b) coloro che hanno riportato una condanna, con sentenza passata in
giudicato, per delitto non colposo, per il
quale e' prevista una pena detentiva non inferiore nel minimo a tre
anni, sempre che sia stata applicata, in
concreto, una pena superiore al minimo edittale;
c) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una
condanna a pena detentiva per uno dei
delitti di cui al libro II, Titolo VIII, capo II del codice penale,
ovvero per ricettazione, riciclaggio, insolvenza
fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la
persona commessi con violenza, estorsione;
d) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una
condanna per reati contro l'igiene e la sanità pubblica, compresi i
delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice penale;
e) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, due
o più condanne, nel quinquennio precedente all'inizio dell'esercizio
dell'attività, per delitti di frode nella preparazione e nel commercio
degli alimenti previsti da leggi speciali;
f) coloro che sono sottoposti a una delle misure di prevenzione di cui
alla legge 27 dicembre 1956, n. 1423, o nei cui confronti sia stata
applicata una delle misure previste dal Dlgs 159/2011, ovvero a misure
di sicurezza;
2. Non possono esercitare l'attività di somministrazione di alimenti e
bevande coloro che si trovano nelle condizioni di cui al comma 1, o
hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per
reati contro la moralità pubblica e il buon costume, per delitti
commessi in stato di ubriachezza o in stato di intossicazione da
stupefacenti; per reati concernenti la prevenzione dell'alcolismo, le
sostanze stupefacenti o psicotrope, il gioco d'azzardo, le scommesse
clandestine, nonché per reati relativi ad infrazioni alle norme sui
giochi.
3. Il divieto di esercizio dell'attività, ai sensi del comma 1,
lettere b), c), d), e) e f) e ai sensi del comma 2 permane per la
durata di cinque anni a decorrere dal giorno in cui la pena è stata
scontata. Qualora la pena si sia estinta in altro modo, il termine di
cinque anni decorre dal giorno del passaggio in giudicato della
sentenza, salvo riabilitazione.
4. Il divieto dì esercizio dell'attività non si applica qualora, con
sentenza passata in giudicato sia stata concessa la sospensione
condizionale della pena sempre che non intervengano circostanze idonee
a incidere sulla revoca della sospensione.
5. In caso di società, associazioni od organismi collettivi i
requisiti morali di cui al comma 1 e 2 devono essere
posseduti dal legale rappresentante, da altra persona preposta
all'attività commerciale e da tutti i soggetti individuati
dall'articolo 2, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica
3 giugno 1998, n. 252. In caso di impresa individuale i requisiti di
cui ai commi 1 e 2 devono essere posseduti dal titolare e
dall’eventuale altra persona preposta all’attività commerciale.Che
non sussistono nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o
di sospensione di cui al Dlgs 159/2011 e successive modifiche
(antimafia).
Il sottoscritto è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità
negli atti e l’uso di atti falsi comportano
l’applicazione delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R.
28/12/2000 n. 445.
Data ..........................
Firma (*) ____________________________________
(*)allegare fotocopia del documento di riconoscimento in corso di
validità.
Allegato A
(solo per le società)
DICHIARAZIONE DI ALTRE PERSONE (AMMINISTRATORI, SOCI) DI CUI ALL’ART.
2 DPR 252/98
Anagrafica* (dati obbligatori)
Cognome...........................................................
Nome…..........................................................
C.F. ................................................................
Data di nascita ...../......./.......... Cittadinanza
.......................................................... sesso M  F

Luogo di nascita: Stato..................... Provincia
.................. Comune
..............................................................
Residenza : Provincia ................ Comune
..............................................................................................
Via, Piazza, ecc. ……….............................................. N.
............ C.A.P….................
DICHIARA:
1.
di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art.
71del Decreto Legislativo 26.3.2010 n.59 e s.m.i.:
2.
che non sussistono nei propri confronti “cause di divieto, di
decadenza o di sospensione di cui al DLgs 159/2011” (antimafia).
Il sottoscritto è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità
negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle
sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445.
Data.......................... FIRMA (*)
_________________________________________________________________________________
Anagrafica* (dati obbligatori)
Cognome........................................................
Nome…..........................................................
C.F. ................................................................
Data di nascita ...../......./.......... Cittadinanza
.......................................................... sesso M  F

Luogo di nascita: Stato..................... Provincia
.................. Comune
..............................................................
Residenza : Provincia ................ Comune
..............................................................................................
Via, Piazza, ecc. ……….............................................. N.
............ C.A.P….................
DICHIARA:
3.
di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art.
71del Decreto Legislativo 26.3.2010 n.59 e s.m.i.:
4.
che non sussistono nei propri confronti “cause di divieto, di
decadenza o di sospensione di cui al DLgs 159/2011” (antimafia).
Il sottoscritto è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità
negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle
sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 , n. 445.
Data.......................... FIRMA (*)
_________________________________________________________________________________
Anagrafica* (dati obbligatori)
Cognome...........................................................
Nome…..........................................................
C.F. ................................................................
Data di nascita ...../......./.......... Cittadinanza
........................................................ sesso M  F 
Luogo di nascita: Stato.................... Provincia
.................. Comune
.........................................................
Residenza : Provincia ................ Comune
.............................................................................................
Via, Piazza, ecc. ……….............................................. N.
............ C.A.P….................
DICHIARA:
1. di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71del
Decreto Legislativo 26.3.2010 n.59 e s.m.i.;
2. che non sussistono nei propri confronti “cause di divieto, di
decadenza o di sospensione di cui al DLgs 159/2011 (antimafia).
Il sottoscritto è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità
negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle
sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 , n. 445.
Data..........................
FIRMA (*)
Allegare copia fotostatica del documento di identità in corso di
validità.


IL MODELLO DEBITAMENTE COMPILATO E FIRMATO, CON I RELATIVI ALLEGATI,
DEVE ESSERE INOLTRATO IN FORMATO PDF.p7m , DA INDIRIZZO DI Posta
Elettronica Certificata (P.E.C.), AL SEGUENTE INDIRIZZO:
[email protected]
ELENCO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE:
*
Dichiarazione rilasciata da tecnico abilitato attestante che il
locale rispetta la normativa vigente in materia di abbattimento
delle barriere architettoniche
*
Documentazione relativa ai lavori edilizi effettuati, vidimata per
ricevuta dal Comune di Genova, Settore Edilizia Privata
*
Fotocopia documento d’identità del richiedente e permesso di
soggiorno se extracomunitario
*
Planimetria del locale in scala 1:100, datata e redatta da un
tecnico iscritto all’albo professionale. In essa devono essere
indicati tutti i locali con i relativi accessi, ivi compresi
quelli dei locali interni non aperti al pubblico; deve anche
essere evidenziata e quantificata la superficie destinata alla
ristorazione distinta da quella destinata alla somministrazione e
da quella destinata a depositi e servizi.
*
Procura di incarico se l'invio viene fatto da Professionista o da
Associazione - fac-simile scaricabile dal seguente link
http://www.comune.genova.it/sites/default/files/fac_simile_procura.pdf
*
Ricevuta di versamento di € 59 per Pubblici Esercizi fac-simile
scaricabile dal seguente link:
http://www.comune.genova.it/sites/default/files/modulo_bonifico.pdf
Nota Bene:
*
Occupazione suolo:
per posizionare tavoli e sedie all’esterno su area pubblica, o
installare un vero e proprio dehor è necessario ottenere una
Concessione di Occupazione Suolo Pubblico. La modulistica è
scaricabile dal sito www.comune.genova.it cliccando su Imprese,
Commercio, Commercio su aree pubbliche, Dehors. Per informazioni
rivolgersi all’ufficio Occupazione Suolo tel. 010 557 3778 / 3748.
14

  • SOSYAL BİLİMLER ENSTİTÜSÜ YATAY GEÇİŞ BAŞVURU FORMU K FOTOĞRAF
  • PÁGINAS DE CONSULTA (DE TODO UN POCO) 1 HTTPWWWEDU365CATESOMUDSCASTELLA
  • ADMINISTRACIÓN EL ÁREA DE ADMINISTRACIÓN SE ENCARGA DE LA
  • EUROPEAN PARLIAMENT 20142019 NODOCSE00572015NODOCSE DATE{05102015}5102015DATE TITRETYPEWRITTEN DECLARATIONTITRETYPE TITRERECUEILSUBMITTED UNDER
  • EXAM NAME MULTIPLE CHOICE CHOOSE THE ONE ALTERNATIVE THAT
  • PROJECT LOGO PROJECT NAME MINUTES OF THE XXX MEETING
  • UPDATED JUNE 2007 APPENDIX M FORM OF MORTGAGE
  • JARANTOWICE 07112013 R TZ50112013 INFORMACJA O WYBORZE NAJKORZYSTNIEJSZEJ OFERTY
  • “DAMAGED CREDIT? YOU CAN STILL PURCHASE A HOME WITH
  • LEY DE REGULACIÓN DEL DERECHO DE PETICIÓN LEY NO
  • EL CUMPLEAÑOS DE CARLOS – CON GUIÓN DE KLETT
  • REMATE NO 1 2013RE000001BCCR REMATE DE EQUIPO INFORMÁTICO EL
  • HOSPITAL GENERAL DOCENTE “JULIO M ARISTEGUI VILLAMIL”MUNICIPIO CÁRDENAS COMPORTAMIENTO
  • PLAN INTERNATIONAL ALERTA DE LA NECESIDAD DE PROTECCIÓN DE
  • LOGOTIPO DEL CLIENTE MODELO DE CONTRATO DE DESARROLLO DE
  • EL CONTRATO DE IMPLANTACIÓN DE PROGRAMAS INFORMÁTICOS O SOFTWARE
  • ELECCIONES DIRECTOR DEPARTAMENTO 2021 CENSO MIEMBROS CONSEJO DEL DEPARTAMENTO
  • TEACHING OPPORTUNITY! CAC WELCOMES ARTISTS INTERESTED IN SHARING THEIR
  • DARBO SUTARTIS NR [] [] M [] []
  • PORTADA (LOS ELEMENTOS EN ROJO SON EJEMPLOS QUE DEBEN
  • INDICE DEL DOCUMENTO QUE ES FUNAREC21 2 LA BASE
  • ANEXO IV ÍNDICE QUE HABRÁ DE ACOMPAÑAR A LAS
  • MJMR VOL 25 NO 1 2014 PAGES (6368) ALDAHROUTY
  • LATVIJAS SPORTA PEDAGOĢIJAS AKADĒMIJA AKADĒMISKO DARBU IZSTRĀDE RĪGA 2008
  • REVENUE CANADA AGENCY ELECTION PURSUANT TO PARAGRAPH 861(2)(F) ITA
  • [ANNEXII TO AP(DIR SERIES) CIRCULAR NO110 OF 12062013] FORM
  • ЛОМЯНКИ 20 ЯНВАРЯ 2022 ОБРАЗЕЦ ДОГОВОРА АРЕНДЫ МАШИН (УСЛОВИЯ
  • DCCONDUCTIVITY OF A SUSPENSION OF INSULATING PARTICLES WITH INTERNAL
  • FORM NO SH4 SECURITIES TRANSFER FORM [PURSUANT TO SECTION
  • SECRETARIA DE OBRAS PUBLICAS GOBIERNO DEL ESTADO DE AGUASCALIENTES